Le emorroidi sono una patologia piuttosto comune e si stima che colpisca più del 50% della popolazione maschile e femminile nei paesi occidentali. Secondo varie fonti oltre 3 milioni di italiani (circa il 40% della popolazione adulta) ne soffrono. 
Insorgono prevalentemente dopo i 45 anni (anche se tutte le età possono essere coinvolte) e tendono ad aggravarsi con il passare del tempo.

Uno dei principali fattori di rischio è la presenza di disfunzioni intestinali (stitichezza o diarrea cronica), ma le cause di questa patologia possono essere ricercate in tantissimi altri fattori: la predisposizione soggettiva, la sedentarietà, sforzi eccessivi, la postura (stazione eretta prolungata), le abitudini alimentari, l'assunzione di determinati farmaci (abuso di lassativi), abuso di alcool, abuso di nicotina, l'età, la gravidanza ed il ciclo mestruale nelle donne.

Durante la gravidanza ci sono infatti diversi fattori che possono influire sulla comparsa o sull'aggravarsi della patologia emorroidaria, tra cui le alterazioni ormonali che influiscono direttamente sul tessuto vascolare, l'effetto meccanico dovuto alla presenza del feto e il drastico aumento della pressione intraddominale durante il parto.

Per quanto riguarda l'alimentazione, la tendenza occidentale ad assumere alimenti molto energetici e con basso residuo può col tempo determinare la comparsa della malattia.

Per le emorroidi non si può parlare di una reale prevenzione ma per allontanare il più possibile l'insorgenza della patologia è possibile seguire indicazioni di carattere generale, per migliorare la funzionalità dell'intero organismo. Per prevenire le emorroidi è quindi molto importante condurre una vita attiva, svolgendo attività fisica con regolarità ed evitando fumo ed alcolici. L'alimentazione ha invece un ruolo importantissimo sia nella prevenzione che dopo la comparsa delle emorroidi.

Il parere dei Pazienti

  • 11/05/2018 - Osp.le Vizzolo Predabissi (MI)

    Sono stato operato di emorroidi la prima volta nel 2006 (metodo Longo) presso la struttura ospedaliera Humanitas di Rozzano. causa

  • 05/03/2018 - Osp.le Vizzolo Predabissi (MI)

    Sono stato operato di emorroidi 3°/4° grado con prolasso dall'equipe del Dr. Pagano il 19 febbraio 2018 all'ospedale di Vizzolo

  • 22/11/2017 - Osp.le Vizzolo Predabissi (MI)

    Sono stato operato a Vizzolo il 30 Ottobre 2017 per prolasso emorroidario di 3°grado dal bravissimo Dottor Claudio Pagano. Al

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Centri HPS

Elenco dettagliato delle Strutture
Scopri Dove Curare le Emorroidi con la Tecnica Hemorpex System: Ospedali, Istituti, Case di Cura e Centri HPS
Leggi

FAQ: Domande frequenti

Il metodo HPS è approvato e riconosciuto dal Ministero della Salute. Non sono previsti attualmente costi aggiuntivi (ticket) per il trattamento.
L'intervento può essere eseguito in anestesia locale. Tutte le altre anestesie maggiori sono possibili concordandole con l'anestesista al fine di un migliore confort psicologico.

Non trovi risposta alla tua domanda?

Per qualsiasi informazione e/o richiesta inviaci una mail
Contattaci